giovedì 20 marzo 2008

A Legnago non passa il turno di Coppa il Sevegliano! Bravi comunque tutti i ragazzi di Trombetta

MESSAGGERO VENETO 20 marzo 2008 COPPA ITALIA DILETTANTI
Il Sevegliano punito da Fenzi
Un calcio piazzato della punta del Legnago estromette i friulani dal torneo
Generosa quanto sfortunata prestazione della formazione di Trombetta che ha attaccato a lungo gli avversari nel tentativo di cogliere il successo necessario


LEGNAGO SEVEGLIANO 1- 0

LEGNAGO SALUS Brutti, Lourenco, Dalla Chiara, Giraldini, Friggi, Ferretto, Ghirigato, Fenzi, Randazzo (34’ st Giodano), Guandalini (37’ st Viaro), Favalli. All. Minozzi. SEVEGLIANO Conchione, Tiberio, Deana, Ghirardo (40’ st De Nicolo), Bertossi, Zonca, Verrillo, Zorzut, Paolucci, Bianchin (15’ st Muntoni), Cignacco. All. Trombetta. ARBITRO Giacomuzzi di Fermo. MARCATORE Nella ripresa, al 14’ Fenzi. NOTE Nella ripresa, al 19’, espulso Favalli per gomitata a Deana.

LEGNAGO. Il Legnago si qualifica per i quarti di finale di coppa Italia estromettendo il Sevegliano, battuto nella gara di ritorno da una rete di Fenzi al 14’ della ripresa. I friulani, che avevano chiuso l’andata in parità sul 2-2, hanno pressato la squadra veneta cercando subito un gol per riaprire i giochi; ma gli avversari hanno resistito e nella ripresa una magistrale punizione di Giordano Fenzi ha dato loro il successo. Subito al lavoro Brutti, che esce su Paolucci (4’), fuggito a Friggi. Al 16’ rifinitura di Randazzo per Favalli, che non inquadra la porta. Al 20’ conclusione alta di Zorzut. Al 26’ brivido per il Legnago con Verillo in area, ma la difesa recupera. Nella ripresa al 4’ il solito Verrillo non aggancia un pallone in area legnaghese. Un minuto dopo, su corner di Fenzi, Friggi incorna alto. Al 7’ l’arbitro ammonisce Guandalini per porteste. Al 14’ lo stesso Guandalini suubisce un falla: batte Fenzi, la palla sorvola la barriera e finisce in rete. Al 19’ l’arbitro estrae il rosso per una gomitata di Favalli a Deana. Anche in 10, il Legnago si rende pericoloso al 27’ con Guandalini, che manda sull’esterno della rete. Al 29’ gran tiro di Cignacco, ribattuto di pugno da Brutti. Al 39’ colpo di testa di Verrillo troppo debole per l’attento estremo difensore del Legnago. Sono poi 4 i minuti di recupero concessid al direttore di gara, al termine dei quali i giocatori veneti, e il loro pubblico, festeggiano la qualificazione ai quarti della Coppa. Maurizio Trombetta, che aveva “spiato” il Legnago nella finale di Solesino con l’Albignasego, alla fine commenta l’incontro e l’esito finale del doppio confronto: «Il Legnago è squadra esperta e tosta – ammette –. Noi meritavamo il gol nel primo tempo; il grande merito del Legnago è stato quello di averci segnato due gol nell’andata. Ottima, poi, oggi l’esecuzione della punizione di Fenzi che ha promosso i suoi».

fonte ww.venetogol.it

Legnago. E’ bastato un risicato 1-0 al Legnago Salus per chiudere la pratica qualificazione estromettendo dalla rassegna tricolore i friulani del Sevegliano. Scesi al “Sandrini” motivati a raddrizzare il 2-2 dell’andata, i gialloblù di Trombetta, privi del bomber Grop e imbottiti di centrocampisti, nel corso della gara non hanno trovato grandi sbocchi dalle parti di Brutti rimasto per lungo tempo inoperoso. L’undici mister Minozzi schierato con due punte (Favalli e Randazzo) e un trequartista Guandalini, ha tenuto in pugno la gara senza però sbilanciarsi e favorire così il contropiede friulano. Nella prima frazione l’equilibrio l’ ha fatta da padrone e in una sola occasione il Sevegliano ha fatto capolino dalle parti di Brutti: la legnata da fuori di Zorzut ha messo i brividi nella difesa bianco-azzurra, ma il pericolo è stato superato con disinvoltura da Friggi e compagni. Nella ripresa, i veronesi hanno forzato i tempi e dopo un paio di tentativi di sfondamento in area friulana, al 22’ la gara si sblocca con il calcio di punizione di Fenzi (nella foto) che con interno destro a “giro” scavalca la barriera spedisce il cuoio alle spalle di Conchione. Il passivo affievolisce il serrate dei ragazzi di Trombetta, che cercano invano di replicare, senza però la giusta convinzione. I friulani escono così dalla coppa, ma lo fanno con l’onore della armi.

Sconfitta casalinga senza recriminazioni invece per i trentini dell’Alense Vivaldi battuti in casa dagli emiliani dello Scandiano per 3-0. Il ritorno in Emilia e programmato per il 2 aprile.

Legnago Salus - Sevegliano 1-0 (ritorno Coppa Italia)

Legnago: Brutti, Lourenco, Dalla Chiara, Giraldini (40’ st Viaro), Friggi, Ferretto, Ghirigato, Fenzi, Randazzo (35’ Giordano), Guandalini, Favalli. Alenatore: Patrizio Minozzi

Sevegliano: Conchione, Tiberio, Deanna, Ghirardo, Bertossi, Zonca, Verrillo, Zorzut, Paolucci, Bianchini, Cignacco. Allenatore: Maurizio Trombetta

Arbitro: Giacomazzi di Fermo Reti. 22’ st Fenzi Espulso al 30’ st Favalli
















3 commenti:

Gardagami ha detto...

See here or here

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

Anonimo ha detto...

La ringrazio per Blog intiresny