lunedì 8 giugno 2009

"La favola dello sport" un bel progetto del nostro amico Adalberto Scemma del circolo Gianni Brera

La Favola dello Sport, al via il progetto del Circolo Gianni Brera in collaborazione anche con Slowfootball!
Scrittori, pittori e campioni dello sport insieme per inventare favole con i bambini delle scuole elementari.
L’iniziativa, ideata dal Circolo Gianni Brera potrà contare anche su Slowfootball come supporto organizzativo concreto per l'area veneta-friulana.
A tenere a battesimo que­sta operazione didattica che coinvolgerà molti bambini e le loro famiglie si è tenuta tempo fa una presentazione alla "Zingara" di Peschiera (gestita da Mauro e Raniero Danzi). La regia è stata curata dal Circolo mantovano "Gianni Brera" (un raffinato laboratorio di cultura e sport) e "Gli amici di slowfootball", il sito online dedicato al calcio, al buon cibo, all'arte della convivialità. Due sodalizi da tempo operativi sul versante culturale con convegni, dibattiti, tavole rotonde.
La colonna sonora è stata affidata alla voce, davvero sorprendente, di Luciano Bruni, 27 presenze (come Briegel) nel Verona dello scudetto (1985); il Verona di Osvaldo Bagnoli, capitan Tricella, Di Gennaro, Fanna, Galderisi, Volpati, eccetera. Oggi Bruni, livornese, 49 anni, vice allenatore del Verona, dedica molto spazio alla canzone italiana e si diverte a far serate col proprio impianto iper tecnologico che gli assicura "basi" da grande orchestra. E fioccano, puntuali, gli applausi.
Molti gli ospiti invitati a tagliare idealmente il nastro della iniziativa didattica: alcuni consiglieri del Circolo "Gianni Brera" come gli allenatori Massimo Paccini e Angelo Passerini (presidente del sodalizio è Marco Iridile, suoi vice Claudio Camatti e Diego Ebbi; segretario Alberto Capilupi, portavoce Alberto Sogliani), il dott.Rosario Pugliarello, "re dell'agopuntura" (tra i tanti che ha messo in piedi anche Bergomi dell'Inter).
Diversi giornalisti tra cui i virgiliani Enrico Pirondini (già telecronista di Canale 5, per 12 anni direttore de La Provincia di Cremono) e Gianni Veronesi di Tele Mantova...
Per l'Università di Verona erano presenti Sara Fael, psicoterapeuta infantile, ed il prof. Walter Bragagnolo, già allenatore della Nazionale di atletica, papa delle grandi imprese di Sara Simeoni, Premio Coni "per il miglior libro di tecnica sportiva". L'imprenditoria era rappresentata da Martella Gini. Aderiscono alla "Favola dello sport" anche gli allenatori Maurizio Trombetta, Alessandro Zaninelli e molti amici dei sodalizi organizzatori come i giornalisti-scrittori Gianni Mura, Gigi Garanzini, Luigi Garlando.
Il primo incontro in calendario si è svolto il 5 maggio scorso alle elementari di Valeggio (insegnante Luisa Oliosi), ospite Luciano Bruni intervistato dalla giornalista Gabriella Poli.
La formula
Ogni classe viene “abbinata” a un giornalista-scrittore, a un pittore e a un campione sportivo che trascorreranno in aula una intera mattinata per creare una favola ispirata allo sport.
Il giornalista-scrittore e i bambini, nella prima parte della mattinata, intervistano il campione per individuare gli aspetti “favolistici” delle sue vicende sportive. Nella seconda parte l’autore e i bambini diventano “compagni di invenzione” per creare una favola liberamente ispirata alle vicende narrate dal campione e ambientata nel Comune di riferimento. I bambini provvederanno poi a illustrarla con la collaborazione del pittore consegnando i lavori entro la fine dell’anno scolastico.
Le finalità didattiche
L’iniziativa si propone di stimolare una creatività che i bambini non hanno probabilmente perduto del tutto, nonostante videogames, tv, elettronica etc.
Le finalità culturali
L’intera comunità può essere coinvolta utilizzando gli input suggeriti dai vari interventi. Può crearsi una sorta di azione a fead-back con stimoli evidenti a vari livelli.

Le finalità editoriali
Le favole realizzate sono destinate a far parte di un catalogo oppure di un libro edito da una casa editrice nazionale. Le illustrazioni verranno scelte tra quelle realizzate dai bambini sotto la guida del pittore.
Le finalità scientifiche
Le illustrazioni possono essere utilizzate per una ricerca sul disagio giovanile.