venerdì 14 marzo 2008

Messaggero Veneto GIOVEDÌ, 13 MARZO 2008

Sevegliano, pari il primo round
Prima Grop e poi Zonca nel finale rimediano al vantaggio del Legnago
La forte formazione veronese, due volte avanti nel punteggio, raggiunta dai gialloblù che ora si giocano il passaggio del turno nel ritorno fra sette giorni

--------------------------------------------------------------------------------
SEVEGLIANO LEGNAGO 2 -2

SEVEGLIANO Conchione 6, Bertossi 6, Pezzot 6 (Tonin 6,5), Cignacco 6, Tiberio 6, Zonca 7, Verrillo 6, Zorzut 7,5, Grop 6, Citossi 6 (Paolucci 7), Deana 6 (Bignolin sv). All. Trombetta.
LEGNAGO SALUS Brutti 6,5, Viaro 6,5, Dalla Chiara 6, Giraldini 6, Lourenco 6, Ferretto 6, Ghirigato 6,5, Bergamaschi 6, Randazzo 6 (Favalli sv), Guandalini 7 (Cordioli sv), Giordano 6,5 (Menini sv). All. Minozzi.
ARBITRO Metelli di Chiari 5.
MARCATORI Al 21’ Randazzo; nella ripresa al 1’ Grop, al 20’ Guandalini, al 43’ Zonca.

SEVEGLIANO. Nella gara di andata della fase nazionale di coppa Italia, il Sevegliano si è dovuto accontentare di dividere la posta contro un quadrato Legnago.
Parte veloce la squadra di casa, e per due volte Grop è anticipato dai difensori in area. Al 4’ Legnago vicino al gol con un piazzato angolato di Bergamaschi ribattuto sui piedi di Giordano, che alza la mira a porta vuota. E al 21’ gli ospiti passano in vantaggio con un tocco elegante di Randazzo che infila Conchione. Reagisce il Sevegliano, e una botta di Verrillo viene arpionata a terra da Brutti. Poi al 45’ Guandalini arriva con un attimo di ritardo su un cross di Viaro, e in pieno recupero Zorzut pennella in area per la testa di Grop, che manca di poco il bersaglio.
Nella ripresa, al 1’ ancora Zorzut mette nell’area del Legnago per il bomber, che batte sul tempo i difensori e infila con una precisa incornata l’estremo ospite. La rete dà morale agli uomini di Trombetta. Il neoentrato Paolucci suona la carica prima con un destraccio di poco sul fondo, e poi con un invito a Tonini, la cui conclusione è debole e centrale. Nel rovesciamento di fronte Guandalini cade in area e il Legnago reclama il rigore, che Metelli non concede.
È il preludio al secondo gol veronese: combinata del trio Ferretto - Giordano - Guandalini e conclusione con una rasoiata bassa fuori della portata di Conchione. Ci riprova il numero 10 ospite al 27’, ma la mira è imprecisa. Metelli ora fischia a senso unico, e Verrillo si becca un giallo. Bravo il numero 7 del Sevegliano al 29’ quando dai 30 metri impegna severamente Brutti, che smanaccia oltre la traversa. Il Sevegliano spinge sull’acceleratore.
Paolucci prima innesta Grop, che manca l’aggancio, e su azione d’angolo il tiro di Zorzut attraversa lo specchio della porta senza che alcun compagno riesca a deviarlo. E al 43’ il pari: ancora Zorzut mette a centro area del Legnago, dove capitan Zonca svetta di testa e raggela Brutti e i suoi con una capocciata che s’infila nel sette.
È la rete della speranza per il Sevegliano, chiamato ora all’impresa fra sette giorni sul terreno della formazione veronese.
Sandro Sandra

1 commento:

Ditaur ha detto...

This comment has been removed because it linked to malicious content. Learn more.